Spring Waves, due modi per ottenere capelli ondulati perfetti passo dopo passo!

Spring Waves, due modi per ottenere capelli ondulati perfetti passo dopo passo!

E’ primavera, e i nostri capelli necessitano di un pò di ‘movimento’! Ecco dunque le Spring Waves, un tutorial illustrato passo dopo passo per ottenere capelli ondulati in ben due modi diversi ed in pochi semplici mosse!

LEGGI ANCHE: Tutorial Spray per Beach Waves Perfette!

E’ tempo di lasciarsi alle spalle l’inverno ed i capelli lisci e gonfi per l’umidità, darsi da fare ed imparare poche semplici mosse per ottenere una chioma movimentata e piena di brio! Le spring waves servono proprio a questo, ed in questo tutorial vi illustreremo passo dopo passo come ottenere ben due tipi diversi di onde.

Il necessario per questo tutorial si riassume in un solo accessorio, una piastra a placche sottili, nata per lisciare i vostri capelli ma che può essere usata per scopi diversi, come appunto, ottenere delle onde leggere.

Prima di tutto dobbiamo aver lavato i capelli, disciplinato i nodi con un pettine a dentatura larga, ed applicato uno spray termoprotettore, allo scopo di proteggere i capelli dalla temperatura della piastra.

A questo punto, prelevate una piccola quantità di capelli, più o meno di questo spessore e assicuratevi che non vi sia presenza alcuna di nodi.

Adesso, tenendo la piastra in una posizione che porti la base in alto, girate la ciocca in questo modo, esattamente a metà lunghezza per qualche secondo, non di più. Ricordatevi di mantenere la temperatura della piastra intorno ai 100/140 gradi, poiché una temperatura più alta non servirà ad ottenere un risultato migliore, ma riuscirete solo a bruciare i capelli!

Il risultato sarà questo! Questa tipologia di Spring Waves è ottima per chi possiede un taglio medio-corto, ottenendo un leggero movimento che renderà frizzante la vostra acconciatura!

Il secondo metodo riguarda delle Spring Waves più ondulate e dedicate a chi ha una lunghezza medio lunga.

Dovrete procedere con la stessa quantità di capelli illustratavi nella prima foto ed avvolgere la ciocca intorno ad una singola piastra per due/tre volte in base alla vostra lunghezza, lasciando fuori la parte finale della ciocca e coinvolgendola solo in un secondo momento, quando nel giro di qualche secondo, effettuerete un movimento verso il basso, liberando la ciocca stessa.

Il risultato, come potete ben vedere, sarà più continuativo, e questo solo perché più semplice da gestire per una chioma più lunga, ma se desiderate questo tipo di spring waves, non abbiate paura a tentare il procedimento anche su capigliature più corte!

Ricordate infine di pettinare i capelli solo dopo averli fatti raffreddare (altrimenti diventeranno elettrici!) con un pettine a dentatura larga, magari in legno, e non con una spazzola.


Fausta Canzoneri

La sua passione per il Make-up nasce insieme all'amore sconfinato per la fotografia, il cinema, i libri e la musica. Alla ricerca della leggerezza attraverso tutto ciò che rappresenti creatività, esorcizza la razionalità degli studi come esperta in tecnologie della comunicazione sognando una vita nel settore della moda o all'interno di una rivista musicale. Il suo motto? "Io voglio i miei soldi là dove li posso vedere: tutti appesi nel mio armadio!"

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *