Nabla Crème Shadow, swatch e review

Nabla Crème Shadow, swatch e review

Da quando l’azienda ha lanciato sul mercato i suoi primissimi prodotti di make up, il nostro staff è in trepidante attesa di ogni nuova uscita sfornata dal brand italiano.

Questa volta, ad essere protagonisti sono degli ombretti cremosi a lunga tenuta che promettono di essere immediatamente scriventi e pigmentati, mostrando dalla prima passata un colore vivido e corposo.

nabla

Le sei referenze proposte da Nabla si mantengono su tonalità piuttosto neutre o rosate, seppur con finish e rese differenti.

Ve li andiamo di seguito a presentare, in ordine da sinistra verso destra:

nabla

LEGGI ANCHE: Nabla Artika Collection

Underpainting provato da Laura F.

Underpainting è un ombretto in crema dalla tonalità neutra. La texture pastosa lo rende simile a un correttore. Ed effettivamente è un po’ quella la funzione che svolge; corregge le discromie e crea una base neutra che amplifica i riflessi e i colori degli ombretti che vi si applicano sopra. Personalmente, non ho amato la formulazione di questo prodotto. Tende a seccarsi velocemente, non lasciando spazio a sfumature. Inoltre, anche se steso in piccole quantità, risulta troppo “spesso”.

L’unico pro che sono riuscita a trovare (il colore insignificante non mi invoglierebbe al suo acquisto) è la durata. Resiste a lungo e mantiene intatto l’ombretto, senza farlo andare nelle pieghe.

Dandy provato da Sara

Dal finish metallizzato, Dandy si caratterizza per un colore oro bronzo veramente elegante e facilmente abbinabile. La consistenza è morbida e permette di stendere velocemente il prodotto su tutta la palpebra creando anche delle piacevoli sfumature. Il finish leggermente iridescente e luminoso lo rende perfetto anche per essere applicato da solo creando un effetto sobrio ma di classe.

La durata è eccellente, come Nabla ci ha ben abituato, e vi accompagnerà facilmente fino a fine giornata senza perdere eccessivamente di intensità e senza entrare nelle pieghe dell’occhio. Per applicarlo potete utilizzare anche le dita o in alternativa un pennellino a lingua di gatto dalle setole compatte e semi rigide per evitare di prelevare troppo prodotto e sprecare l’ombretto. Personalmente lo trovo un ombretto must have grazie alla sua ottima versatilità e anche alla grande eleganza del colore e del finish.

Pinkwood provato da Valentina

Pinkwood è una sfumatura di rosa molto particolare, un rosa antico medio che include al suo interno una componente calda e tendente al marrone di base, arricchita in superficie da una nuance malva con leggere perlescenze tono su tono.

La texture è cremosa ma leggera allo stesso tempo e si riesce a prelevare il prodotto sia con un pennellino, sia con le dita. Il prodotto tende ad asciugarsi in breve tempo e a fissarsi sulla palpebra dopo circa 15/20 secondi dall’applicazione. Se si ha necessità di sfumare e di lavorare il prodotto, consiglio di farlo con le dita in quanto il calore della pelle facilita queste operazioni: con il pennello si ottengono invece applicazioni più precise ma il prodotto risulta sicuramente meno lavorabile. Per ottenere un colore pieno e intenso,  consiglio, al contrario, di tamponare il prodotto sulla palpebra, prelevandolo con un pennello a lingua di gatto.

La tenuta è davvero soprendente: nel mio caso, è uno dei rari ombretti in crema che riesce a resistere da solo sulla palpebra. Anche senza primer e senza polveri al di sopra, dura praticamente per tutta la giornata, senza insinuarsi nelle pieghette.

Supreme provato da Maria Chiara

Intenso e sensuale, Supreme porta sulle palpebre un meraviglioso color melagrana dal finish luminoso. Il payoff non è da meno: l’ombretto passa egregiamente il test dell’applicazione con le dita e risulta altrettanto soddisfacente utilizzando il pennello (preferibilmente piatto e dalle setole sintetiche). La resa sulla pelle non si discosta dall’aspetto del prodotto all’interno della sua jar, la sfumatura risulta agevole – specialmente se si sfrutterà il calore dei polpastrelli – e il colore non perde eccessivamente la sua brillantezza durante l’operazione.

Ottima la durata, con o senza l’utilizzo di polveri. A proposito, con Supreme ci si potrà sbizzarrire nelle sovrapposizioni. Che si scelga una tonalità simile per farla risaltare o un colore freddo per creare contrasto, il risultato sarà interessante. Provatelo con un duochrome!

Bakery provato da Ilaria

Una perfetta base per ombretto, sia per la nuance che per la formulazione. Si tratta di un taupe, ma con sottotono caldo, che colora leggermente la palpebra rendendo l’occhio immediatamente elegante se lo si desidera usare da solo, semplicemente accompagnato da un leggero eyeliner.

E’ indispensabile sfumarlo subito dopo la stesura, perché una volta asciutto diventa waterproof e no transfer. Ha una durata eccezionale, per questo motivo si dimostra un ottimo primer per mantenere l’ombretto in polvere intatto per tutto il tempo che serve, senza farlo penetrare nelle pieghe. Questo grazie alla texture cremosa ma molto leggera e stratificabile. Davvero un prodotto da 10 e lode!

Caffeine provato da Fausta

Caffeine è un marrone scuro con finish bronzo brillante. Si tratta di un colore classico, un colore che non dovrebbe mai mancare nella vostra pochette da trucco, un evergreen con una spinta in più.

La texture è cremosa e l’applicazione risulta semplice sia con il pennello sia con le dita. Più si lavora sulla sfumatura più si ottiene quell’effetto, difficile da riscontrare in un ombretto in crema, modellabile e sfumabile sino a raggiungere l’esito desiderato. Si asciuga molto velocemente e soprattutto non tende ad accumularsi nelle pieghe, insomma, un miracolo per un ombretto in crema.

Ciò che più sorprende di più è però la tenuta. Perfetto in tutto il suo splendore da mattina fino a sera, senza bisogno di primer o fissanti per il trucco, rimane esattamente dov’era sino alla rimozione.

Vegani e cruelty free, questi ombretti sono racchiusi in deliziose jar sigillate da un tappo color vinaccia tempestato da minuscoli brillantini. Il prezzo è di 11,50 € l’uno e sono disponibili sul sito ufficiale di Nabla e nelle bioprofumerie rivenditrici.

Siete curiose di provarli? Fatecelo sapere in un commento!


Ilaria Giannino

Autrice di Makeupworld, entusiasta di poter conciliare due delle sue passioni: il beauty e la scrittura! La sua curiosità la spinge a voler sperimentare su di sé quanto questo mondo ha da offrire per valorizzare la naturale bellezza del viso e del corpo, per poi prestare consulenza ad amiche e colleghe in cerca di consigli. Laureata in Marketing e Comunicazione d'impresa, affascinata dunque anche da ciò che si cela dietro uno stand di make up, dalla scelta del packaging al modo in cui il brand comunica la propria identità.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *