Lob, wob o inverted lob? Le tendenze taglio 2015

Lob, wob o inverted lob? Le tendenze taglio 2015

beyoncè hair

E’ sempre importante tenersi aggiornate con le ultime tendenze nel campo dei tagli e delle acconciature, oggi vi illustreremo le svariate tipologie di taglio di tendenza che hanno preso piede a partire dall’estate di questo 2015.

Siete una ragazza wob, lob o inverted lob? Cosa sono, come si differenziano e a chi sono consigliati questi tipi di taglio, un ritorno agli anni Settanta e ai volumi, alle simmetrie, alle frange o in alternativa, alla riga centrale. Vediamo passo per passo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE: Tendenze Capelli Estate 2015

La prima tipologia di taglio che andremo ad esaminare è il lob, ovvero l’abbreviazione che sta per long bob. Il lob è un caschetto (o carré) molto corto, rasente alla nuca, sino la base del collo, mentre per quanto riguarda la parte anteriore, la lunghezza è lasciata leggermente più lunga, proprio poco sotto il viso. Portato liscio e con la riga centrale, è il taglio perfetto per chi possiede un viso particolarmente spigoloso o con gli zigomi sporgenti, tende infatti a minimizzare queste tipologie di ‘difetti’ ed addolcirli. Non consigliato a chi possiede un viso tondo o ovale.

lob

Sempre molto vicino al lob nonché una sua variante, troviamo il very long bob, ovvero una versione del lob semplicemente più lunga nella parte anteriore, all’altezza delle clavicole. Da portare sempre con una riga in mezzo, risulta un taglio più accomodante per chi non ha intenzione di rinunciare ad una lunghezza ed un effetto decisamente meno strong.

Cannes 2008: 'Two Lovers' - Photocall

Un’altra variante del lob è invece il sob, ovvero lo short bob. Carrè corto davanti e corto dietro, con i ciuffi che incorniciano il viso cadendo rasenti agli zigomi. Da utilizzare anche con una frangia, con riga centrale o laterale.

sob

L’ultima versione del lob che andremo ad analizzare è l’Inverted Lob. Stile molto replicato, si parla di un long bob che arriva sino alla clavicola nella parte anteriore, mentre la parte posteriore risulta leggermente più corta, con l’aggiunta di una stratificazione decisamente più importante in modo da incorniciare meglio il viso. Anche l’inverted lob è una tipologia di taglio da portare liscio, con riga laterale o centrale, o con effetto wash and go (per chi può permetterselo) utilizzando magari una crema anticrespo per rilassare il capello ed ottenere un effetto più dolce ed aggraziato.

inverted lob

Passiamo adesso alla seconda tipologia ed alle sue varianti, il Wob. Il wob è semplicemente un lob a cui vanno aggiunte le adorabili (e tanto temute) beach waves. Tornato in voga prepotentemente dagli anni Sessanta, continua a mietere vittime tra i vip e non, è il caschetto che parte più corto alla nuca e si allunga nella parte anteriore del viso, asciugato con l’effetto ‘mare’. Potete ricreare questo fantastico effetto con uno spray da acquistare online, o crearne uno voi con la nostra formula, o tentare di utilizzare un ferro per capelli arricciando solo la parte superiore e centrale, lasciando invece più nature la parte finale delle ciocche. Sbarazzino, tende a ringiovanire e conferire un look easy ed estivo, perfetto anche per chi possiede un viso di forma ovale.

wob1

Versione leggermente diversa del Wob è invece il Bwob, ovvero frangia (da qui bangs) in aggiunta al tipico wob. Lunghezza di poco sotto le orecchie, frangia sbarazzina e a dir poco disordinata di mezzo centimetro sotto il sopracciglio, correlata da uno styling con beach waves, tipico del wob.

bwob

E voi avete pensato di adottare una delle tante varianti da noi illustrate? Siete per il wob, il lob, l’inverted lob? Fateci conoscere la vostra opinione sui nostri social!

 

Categorie Capelli, News, Trend

Fausta Canzoneri

La sua passione per il Make-up nasce insieme all'amore sconfinato per la fotografia, il cinema, i libri e la musica. Alla ricerca della leggerezza attraverso tutto ciò che rappresenti creatività, esorcizza la razionalità degli studi come esperta in tecnologie della comunicazione sognando una vita nel settore della moda o all'interno di una rivista musicale. Il suo motto? "Io voglio i miei soldi là dove li posso vedere: tutti appesi nel mio armadio!"

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *