Estate 2015: Bronde o Balayage?

Estate 2015: Bronde o Balayage?

cara delavigne hair

Vi abbiamo generalmente parlato delle tendenze estive 2015 per quanto riguarda i capelli, ma è giunto il momento di approfondire le due tecniche di colorazione più in voga del momento e qual è più giusta per ognuna di noi, ponendoci una sola domanda: Bronde o Balayage?

I capelli, come ben sappiamo, sono uno dei modi che più utilizziamo per esprimere la nostra personalità e ciò che sta al centro delle tendenze attuali sono proprio queste due tecniche che spopolano tra vip e persone comuni. Proviamo ad approfondirle assieme per capire quale delle due sia più azzeccata per ognuna di noi.

Il Bronde è una tecnica di colorazione che, come dice la parola stessa, mescola il ‘brown’ al ‘blonde’. Si tratta di una colorazione calda che ha preso il posto dello shatush e che sta facendo impazzire le donne proprio per la ‘quasi’ naturalità delle nuances, per la luce e l’intensità del colore. Abbandoniamo dunque il monocrome, il bagno unico di colore, ma allo stesso tempo anche i colpi di luce e le meches per giungere ad un risultato che ha come scopo finale il mix di entrambe le cose, combinato a regola d’arte, e che trova il suo equilibrio proprio nel mezzo. E’ un look che si adatta a tutte le capigliature e a tutti i colori di fondo, che tende a mantenere come base il colore naturale del capello aggiungendo un mix di chiaro-scuri in base alla forma del viso e alle lunghezze stesse. Un bronde ben fatto intensifica il colore di fondo delle nostre lunghezze, e aggiunge luci ed ombre in maniera intelligente, tanto da sembrare un look totalmente naturale. La tecnica del bronde ha dalla sua l’essere totalmente personale e personalizzabile, una volta intensificato il colore naturale, si passa alla luminosità data attraverso delle pennellate a ‘coda di rondine’ e docce pigmentate che serviranno a raggiungere il grado di bronde più adeguato. Un look che vi consiglio qualunque esso sia il vostro colore, che si parta da un rosso piuttosto che da un marrone intenso, da un biondo cenere ad un miele. Insomma, provare per credere.

bronde hair castano

 

– Tecnica del Bronde su Kim Kardashian

Parliamo invece adesso del Balayage, una tecnica di colorazione che differisce dal bronde ma si avvicina più allo shatush, tentando di offrire una risposta alla domanda delle donne che preferiscono un look più naturale. Il balayage è una tecnica che punta a schiarire alcune parti delle lunghezze in maniera decisamente più naturale, con un contrasto leggero rispetto alla base, meno aggressivo e più delicato in confronto allo shatush. Dunque si passa dalle punte alla radice in maniera prima più intensa poi più ridotta, si conferiscono dei tocchi di colorazione permanente con delle pennellate o una spatola, in maniera uniforme ma allo stesso tempo non troppo, che donano quella luminosità che oltre ai capelli toccherà anche il viso. La differenza più ovvia con la tecnica dello shatush è invece la doppia colorazione, essa difatti avviene solo col balayage, quest’ultima tende a non far notare la differenza tra le radici e le punte, ma sottolinea la naturalezza ricercata nel distacco di colore così leggero da sembrare del tutto naturale.

balayage

 

– Tecnica del Balayage su Elizabeth Olsen

Se siete dunque alla ricerca di un look naturale, che illumini il vostro viso e si adatti a qualsiasi tipo di lunghezza, ecco le tecniche che fanno per voi, sperando di avervi guidato nella scelta più azzeccata, vi consigliamo comunque di farvi guidare dal vostro parrucchiere o salone di fiducia per stabilire quale tecnica sia più adeguata e valorizzi di più il vostro viso.

Avete già provato una o entrambe le tecniche di colorazione di cui vi abbiamo parlato? Fateci sapere cosa ne pensate sulle nostre pagine social!

 

Categorie News, Trend

Fausta Canzoneri

La sua passione per il Make-up nasce insieme all'amore sconfinato per la fotografia, il cinema, i libri e la musica. Alla ricerca della leggerezza attraverso tutto ciò che rappresenti creatività, esorcizza la razionalità degli studi come esperta in tecnologie della comunicazione sognando una vita nel settore della moda o all'interno di una rivista musicale. Il suo motto? "Io voglio i miei soldi là dove li posso vedere: tutti appesi nel mio armadio!"

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *