Lush Dritti al Punto, addio doppie punte!

dritti_al_punto

Doppie punte: è necessario aggiungere altro?

Le cause sono molteplici: naturali, come il cloro, la salsedine, i raggi ultravioletti e il vento (e meno naturali come l’inquinamento atmosferico); ma spesso siamo noi stesse con spazzole, piastre e phon a compromettere l’integrità del fusto del capello che appare, alla sua estremità, “biforcuto”.

Spuntare i capelli ogni 4-6 settimane risolve il problema, ma che fare se non si ha la possibilità di recarsi frequentemente dal parrucchiere?

Il rimedio che ho trovato è stato Dritti al punto di Lush: si tratta di un balsamo giallino simile alla cera che va sfregato tra i polpastrelli e applicato sulle punte dei capelli per renderle morbide e disciplinate.

A parte il piacevolissimo profumo donato dagli olii e i burri presenti (cocco, karité, pompelmo, gardenia) che permane a lungo sulla chioma, questo balsamo non unge ma crea una sorta di film protettivo attorno alle punte che non riparerà le doppie punte già presenti ma impedirà di rovinare ulteriormente i capelli e contrasterà l’insorgere di nuovi inestetismi.

Personalmente, dopo un bel taglio dal parrucchiere e, dunque, a capello perfettamente sano, applico Dritti al punto dopo ogni shampoo e prima della piastra e, a mesi di distanza dall’ultimo restyling professionale, non c’è alcuna traccia di doppie punte!

Va aggiunto, però, che alcune accortezze risultano sempre utili: avendo un taglio corto non posso rinunciare all’utilizzo della piastra lisciante ad ogni lavaggio (circa 3 volte la settimana), ma dopo la prima piega non tocco più né piastra né phon fino allo shampoo successivo e, inoltre, al momento dello styling cerco di indugiare con la piastra sulle punte il minor tempo possibile e, in generale, di passarla su ogni ciocca una sola volta.

Queste piccole attenzioni unite all’uso di Dritti al punto di Lush vi garantirà capelli sani e lucenti a lungo!

Il prodotto è contenuto in una piccolissima jar da 10 g ma ne basta così poco che credo durerà anni. Il prezzo è di 8,50 € ed è disponibile in tutte le botteghe Lush e sul loro sito internet www.lush.it.

Questi gli ingredienti, totalmente naturali:

Olio extravergine di cocco (Cocos nucifera), Burro di Karitè (Butyrospermum parkii),Cera candelilla (Euphorbia cerifera), Olio d’oliva equosolidale (Olea europaea),Profumo (Perfume), Olio essenziale di Neroli (Citrus aurantium amara), Olio essenziale di Pompelmo (Citrus paradisi), Olio essenziale di Palissandro (Aniba rosaeodora), Uova Fresche di Gallina Ruspante (Fresh Free Range Eggs), Estratto di Gardenia (Gardenia jasminoides), *Hydroxycitronellal (*Hydroxycitronellal),Geraniol (Geraniol), *Citral (*Citral), *Farnesol (*Farnesol), *Limonene (*Limonene), *Benzyl Benzoate (*Benzyl Benzoate), *Linalool (*Linalool)

E voi, lo proverete?

Categorie Capelli, Lush, Review

Ilaria Giannino

Autrice di Makeupworld, entusiasta di poter conciliare due delle sue passioni: il beauty e la scrittura! La sua curiosità la spinge a voler sperimentare su di sé quanto questo mondo ha da offrire per valorizzare la naturale bellezza del viso e del corpo, per poi prestare consulenza ad amiche e colleghe in cerca di consigli. Laureata in Marketing e Comunicazione d'impresa, affascinata dunque anche da ciò che si cela dietro uno stand di make up, dalla scelta del packaging al modo in cui il brand comunica la propria identità.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!

2 Commenti

  1. makeupnonsolo
    Rispondi dicembre 02, 14:54 #1 makeupnonsolo

    Magari fosse un addio duraturo alle doppie punte!!

    • Ilaria Giannino
      Rispondi dicembre 04, 20:41 Ilaria Giannino Autore

      L’addio non sarà mai definitivo ma almeno qualche mese tra un taglio e l’altro si può star tranquille 🙂

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *