Pupa Desert Bronzing Powder 12g, la recensione

Pupa Desert Bronzing Powder 12g, la recensione

pupa desert bronzing powder

Per tutta l’estate la Desert Bronzing Powder mi ha aiutato a scaldare il mio incarnato quando avevo ancora il viso molto pallido poi ha saputo esaltare l’abbronzatura quando finalmente il sole aveva dato i suoi effetti. La terra però non è soltanto un prodotto estivo, soprattutto se ne scegliamo una con finish matt e la usiamo nel modo giusto.

Oltre al classico formato maxi, quest’anno Pupa ha scelto di proporre la sua Desert Bronzing Powder in un formato più compatto con cialda da 12 g. Personalmente la preferisco proprio così perchè è più comoda da riporre nel beauty e da portare in viaggio e poi adoro la sua confezione, mi è piaciuta fin dal primo momento che l’ho vista in profumeria!

pupa desert bronzing powder packaging chiuso pupa desert bronzing powder packaging aperto

[ad#syd250]

Un bel coperchio marrone scuro con grafica zebrata color cappuccino racchiude la cialda, scolpita con la stessa fantasia zebrata. All’interno abbiamo anche uno specchio, utile dettaglio che gradisco sempre in un prodotto per il viso.

La Desert Bronzing Powder è proposta in 6 tonalità: 3 hanno finish perlato e luminoso, le altre sono con finish matt. Io ho scelto di provare proprio una di quelle con finish matt perchè è più adatto al mio tipo di pelle, è più versatile e trovo dia un effetto molto più naturale.

Vi presento dunque la Desert Bronzing Powder n. 005: è un color biscotto assolutamente opaco, una tonalità non troppo arancio ideale per le pelli chiare. Nello swatch ho fatto più passate e l’ho un po’ sfumato e si può notare come risulti comunque un colore delicato.

pupa desert bronzing powder cialda pupa desert bronzing powder 005 swatch

Il finish matt la rende ideale per i più diversi utilizzi anche sulle pelli tendenzialmente lucide. Ottima per un contouring che non vuole indurire troppo i lineamenti ma valida anche su tutto il viso per scaldare appena l’incarnato in modo naturale, per poi eventualmente andare ad illuminare con un illuminante soltanto nelle zone in cui lo si desidera.

La texture è fine e leggera e il colore è modulabile quindi di facile utilizzo anche per chi non ha l’abitudine di usare una terra. Il trucco è non esagerare con le dosi, soprattutto se si applica su tutto il viso. In questo caso io la applico con un pennello ampio e vaporoso perchè preleva poco prodotto alla volta e lo sfuma in un velo leggero.

Inizio a sfumare la terra su zigomi e tempie (perchè il mio è un po’ a patata) così il pennello si scarica in quelle zone tipiche del contouring e non rischio di caricare di colore altre parti del viso su cui eventuali eccessi sarebbero antiestetici. Ciò che resta lo sfumo quindi sul resto del viso ottenendo un incarnato appena più colorito ma con un risultato molto naturale.

Ora che l’estate è finita ho iniziato a limitare l’uso della Desert Bronzing Powder al contouring, utilizzo possibile solo con il finish matt. Chi invece d’estate preferisce una terra dal finish perlato, può rivisitarla il resto dell’anno come illuminante o blush sulle guance.

Credo proprio che non ci sia altro da aggiungere sulla Desert Bronzing Powder, una terra che già conoscevo dallo scorso anno e che in questa nuova edizione si è confermata un ottimo prodotto!

Categorie Bronzer, Pupa, Review

Laura C. Iotti

Author di MakeUpWorld.it.. Stregona del makeup, affronta con coraggio ogni seduta davanti allo specchio seguendo il proprio istinto e adottando tecniche talvolta improbabili (ma efficaci). Curiosa, imprevedibile e con una spiccata predisposizione a sognare, convive con una mente razionale e l'interesse per tutte le forme d'arte.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *