Neve Cosmetics – Cipria Cannes a confronto

Neve Cosmetics – Cipria Cannes a confronto

Il prodotto che recensisco oggi è l’ultimo arrivo in casa Neve Cosmetics, per quanto riguarda le ciprie.

[ad#lalla250]

Volendo essere sincera, non ho accolto con particolare entusiasmo la sua uscita: non capivo la sua utilità, apparendomi un clone delle due uscite in precedenza. Solo dopo averla utilizzata mi sono resa conto della sua funzione, essendo la perfetta via di mezzo tra la Hollywood e la Nude.

Chi non si è trovata bene con la Hollywood perché seccava troppo la pelle e chi con la Nude perché non fissava a lungo il trucco e dava un aspetto leggermente satinato, infatti, potrà apprezzare questa cipria per i seguenti motivi:
1. tiene sotto controllo la lucidità senza asciugare eccessivamente la pelle
2. ha una granulometria ridotta, cioè la polvere è ancora più fine ed impalpabile e ne basta pochissima per un finish omogeneo, vellutato e duraturo.

Nessuna cipria migliore delle altre, dunque. Semplicemente la giusta cipria per ogni esigenza.

Eccovi uno schemino per comprendere al meglio le sue caratteristiche:

HOLLYWOOD

NUDE

CANNES

Finish Opaco Leggermente satinato Opaco
Assorbenza Massima Media Media
Granulometria Ridotta Media Minima
Durata Ottima Discreta/Buona Buona
High Definition No

Ed eccovi anche le foto comparative:

Cipria minerale HD realizzata in speciale silica a granulometria ridotta. La polvere impalpabile e leggerissima dedicata a chi sogna una pelle di porcellana, pori minimizzati e texture perfezionata. Il basso punto di assorbenza la rende ottimale anche nella stagione fredda ed in caso di pelli secche.

Dopo avervi elencato le caratteristiche generali, passo alla mia personale esperienza ed opione.
La cipria non mi è sembrata male. Mi è piaciuto molto il suo finish opaco, discreto e perfetto per qualunque occasione.
Tuttavia, avendo la zona T piuttosto grassa, ho notato che già dopo un paio d’ore ero diventata lucida.
Sembrava una cipria promettente, ma si è rivelata poco adatta alle mie caratteristiche, a differenza delle altre due (che adoro :P).

In ultimo, per quanto riguarda il packaging, riporto che la jar presenta l’ormai immancabile sifter/dosatore.

Adesso tocca a voi dirmi come vi siete trovate e cosa ne pensate!


Laura Floriddia

Author per MakeUpWorld. La sua passione per il make-up è nata per caso, guardando video in inglese su youtube per migliorare ulteriormente il suo ascolto ed il suo lessico. Da allora il suo portafoglio non ha avuto tregua! Ama vivere a pieno le sue giornate e collezionare sempre nuove esperienze. Inguaribile sognatrice e romantica, ha finalmente iniziato i preparativi per il suo "grande giorno". Il suo motto? "Love life and live for love".

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *