Kaloderma Tonico Purificante

Kaloderma Tonico Purificante

Rimasta senza tonico, di recente mi sono messa a cercarne uno nuovo da provare e mi sono imbattuta nel tonico purificante di Kaloderma.

Sul davanti, l’etichetta prometteva molto bene: azione purificante, astringente, sebo-riequilibrante. Avendo la pelle mista non ho potuto fare a meno di notarlo. Ho dato un’occhiata anche dietro, all’INCI. Sebbene non sia un’esperta di ingredienti cosmetici, spesso guardo l’INCI per cercare di farmi un’idea su cosa c’è dentro il prodotto che sto scegliendo.

Questa volta non posso certo dire di essermi fatta l’idea giusta. Ho trovato questo tonico molto aggressivo e se avessi guardato con più attenzione gli ingredienti avrei potuto prevederlo e risparmiarmi l’acquisto.

In suo favore posso dire che pulisce molto bene, sul dischetto di cotone si può ben vedere quante impurità riesca  a rimuovere. Poi ha un buon profumo, dato dall’estratto di rosmarino, dalle proprietà astringenti.

Fin dal primo utilizzo però ho sentito che bruciava. Non un bruciore forte devo dire, ma non certo una sensazione piacevole. Trattandosi di un tonico astringente, ho pensato che tutto sommato il bruciore fosse “normale” e ho continuato ad usarlo quotidianamente per capire che effetto potesse fare.

Con il passare dei giorni, la mia pelle ha cominciato a mostrarsi sempre più insofferente. A parte gli inevitabili rossori causati dal bruciore, mi sono resa conto che i pori erano irritati e per reazione tendevano a produrre più sebo. Altro che azione riequilibrante…

Ne ho parlato con Laura, che fra le ragazze dello staff di Makeup World è la più informata in fatto di INCI. Prima ancora che le spiegassi in dettaglio la mia esperienza mi ha confermato che questo tonico ha una formula troppo forte.

I colpevoli sono innanzitutto l’alcol denaturato, al secondo posto nella lista ingredienti. La presenza di alcol in un prodotto cosmetico non mi ha mai dato problemi e al momento della scelta di questo tonico non mi sono preoccupata che potesse irritarmi. Purtroppo ho sottovalutato il fatto che si trovi, appunto, al secondo posto dell’elenco…

Altro ingrediente che non avrei dovuto sottovalutare è l’acido salicilico. E’ un componente usato per la cura dell’acne che purifica tantissimo ma altrettanto secca la pelle. Nel tonico di Kaloderma si trova in fondo all’inci quindi è in quantità relativamente ridotte. Tuttavia, con la premessa dell’alcol, immagino abbia contribuito anch’esso alla reazione negativa della mia pelle.

Pur avendo applicato sempre anche la crema idratante, non c’è stato nulla da fare per la mia pelle e sono stata costretta ad interrompere l’utilizzo di questo tonico.

Dalla mia esperienza quindi non ve lo consiglio ma vi informo comunque che l’ho comprato in un negozio Tigotà (l’equivalente di Acqua e Sapone, Target ecc.) ma penso si trovi anche negli ipermercati. L’ho pagato circa 3,60 Euro, un prezzo certamente ottimo ma purtroppo non supportato da altrettanta qualità.

INCI: aqua, alcohol denat., aloe barbadensis gel, glycerin, betaine, hamamelis virginiana distillate, parfum, PEG-40 hydrogenated castor oil, rosmarinus officinalis leaf extract, propylene glycol, sodium benzotriazolyl butylphenol sulfonate, buteth-3, tributyl citrate, salicylic acid, sodium hydroxide, CI60730, CI42090.

Categorie Kaloderma, Review, Tonico

Laura C. Iotti

Author di MakeUpWorld.it.. Stregona del makeup, affronta con coraggio ogni seduta davanti allo specchio seguendo il proprio istinto e adottando tecniche talvolta improbabili (ma efficaci). Curiosa, imprevedibile e con una spiccata predisposizione a sognare, convive con una mente razionale e l'interesse per tutte le forme d'arte.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *