Shaka Innovative Beauty – Pennelli: la nostra review

Vi abbiamo già illustrato alcuni prodotti di questo nuovo brand disponibile nei punti vendita Oviesse e Upim.

Dopo avervi dato le nostre personali impressioni sui rossetti e i lipgloss, oggi vi mostreremo come ci siamo trovate con alcuni pennelli che, come vedrete, si presentano in una veste piuttosto glamour, con un manico lucido fucsia e nero e setole nere sintetiche.

I pennelli, si sa, sono nostri fedeli alleati perché un make up non potrà mai riuscire esattamente come vogliamo senza gli strumenti giusti!

E allora date uno sguardo alla nostra review, che inizierà con due pennelli per il viso:

Pennello per cipria n° 100 – provato da Luisa:

Un pennello dalle setole sintetiche morbide e non molto dense, utile per stendere un velo leggero di cipria sia opacizzante che illuminantesu tutto il viso. Può essere usato anche per applicare il bronzer ed ottenere un effetto naturale e delicato. Lo uso da diversi giorni e non ha ancora perso peli durante l’applicazione delle polveri e il lavaggio. La lunghezza del manico abbastanza contenuta e la forma piatta e arrotondata delle setole sono i suoi punti di forza, perché garantiscono facilità di utilizzo e un risultato non artefatto. Se usate ciprie o bronzer in polvere libera, fate attenzione a prelevare la giusta quantità di prodotto che questo pennello può trattenere.

Prezzo 12,99 €

Pennello per blush n° 210 – provato da Sara:

Sono stata molto sorpresa da questo pennello blush che, all’inizio, non mi aveva molto colpito. Le setole sono di fibra sintetica e non sono molto dense. L’applicazione del blush però è stata più che soddisfacente, soprattutto con il prodotto minerale. La densità delle setole permette un’applicazione molto leggera e sfumata, con la possibilità di intensificarla con una seconda applicazione. Il manico è solido e si tiene comodamente in mano. Se siete alla ricerca di un pennello da battaglia non posso che consigliarvi questo prodotto!

Prezzo 9,99 €

 

[ad#ilaria]

Pennello per ombretto n° 550 – provato da Ilaria:

La prima volta che ho utilizzato questo pennello, nonostante l’avessi precedentemente lavato lo trovavo leggermente pungente sulla palpebra. Dopo vari utilizzi e frequenti lavaggi invece l’ho trovato più soffice. Le dimensioni delle setole sono le classiche dei pennelli per ombretto, tuttavia io preferisco sempre pennelli un po’ più piccoli per una maggiore precisione. Ho quindi trovato un nuovo utilizzo per questo pennello, che trovo molto valido se usato di taglio per sfumare nella piega palpebrale. Fin da subito purtroppo ci sono state delle perdite di setole che mi sono ritrovata sul viso.

Prezzo 5,99 €


Pennello per sopracciglia n° 700 – provato da Silvia:

Come curate le vostre sopracciglia? Vi limitate ad andare dall’estetista una volta a settimana, o a curarle direttamente a casa voi?
In molte lo conosceranno già, ma altre magari non ne conoscevano l’utilità effettiva: perché utilizzare un pettinino per sopracciglia?
Il pennellino prodotto da Shaka è provvisto di due tipi di setole: quelle morbide che servono a pettinare le sopracciglia donandovi un aspetto più curato immediatamente, quelle in plastica sono perfette per eliminare eventuali grumi formatisi durante l’applicazione del mascara.

Prezzo 5,99 €

 

 

Nel complesso, come avrete capito, siamo rimaste piuttosto soddisfatte da questi pennelli che hanno anche un prezzo accessibile.

Personalmente nella mia città questo marchio non è ancora in vendita, alzi la mano chi invece si è già riuscito ad accaparrare qualche prodotto Shaka!

Avete già provato questi pennelli? Cosa ne pensate?

Attendo i vostri commenti 😉


Ilaria Giannino

Autrice di Makeupworld, entusiasta di poter conciliare due delle sue passioni: il beauty e la scrittura! La sua curiosità la spinge a voler sperimentare su di sé quanto questo mondo ha da offrire per valorizzare la naturale bellezza del viso e del corpo, per poi prestare consulenza ad amiche e colleghe in cerca di consigli. Laureata in Marketing e Comunicazione d'impresa, affascinata dunque anche da ciò che si cela dietro uno stand di make up, dalla scelta del packaging al modo in cui il brand comunica la propria identità.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *