Robeus Amsterdam Makeup Collection, la nostra review

Robeus Amsterdam Makeup Collection, la nostra review

Forse molte di voi non conoscono Robeus, quindi prima di iniziare la review vorrei introdurvi a questo marchio italiano.

Robeus è un’azienda relativamente giovane, fondata nel 1985 dal cosmetologo Roberto Eusepi. Oltre ad un’ampia linea di trattamenti cosmetici, Robeus propone la linea makeup Squared, firmata Vincenzo Fulci. Dal 2002 Robeus ha cominciato ad affermarsi sempre di più anche nel settore estetico, con l’apertura dei centri Thomas Tai e con la realizzazione di apparecchiature avanzate e innovative dedicate al nostro benessere.

Con la review di oggi andiamo a scoprire la linea makeup Squared con la collezione inverno 2011 ispirata ad Amsterdam, una delle città europee più dinamiche, nota per essere molto trasgressiva ma al tempo stesso ricca di cultura, arte e tradizione.

Vediamo insieme tutti i prodotti che Robeus ci ha gentilmente inviato.

Sensualità e passione, quotidianità minimal chic, trasgressione e raffinatezza. Per una donna dai mille volti e dalle mille combinazioni, capace di avere sempre l’immagine giusta nel contesto giusto e di essere più donne insieme, proprio come una grande ed eclettica città.

EYE COLOUR – ombretto

Cominciamo con i tre ombretti della collezione, che nella loro simpatica scatola con raffigurati i tulipani vanno a richiamare il fiore tipico della tradizione olandese.

La confezione dell’ombretto è quadrata, completamente di colore nero e gommata in superficie. All’interno troviamo una grande cialda, anch’essa quadrata, manca l’applicatore. In compenso vi è uno specchietto che riveste tutta la superficie interna del coperchio. Raramente si trova lo specchio in un ombretto mono ed è un dettaglio che abbiamo molto apprezzato, soprattutto nell’eventualità che si voglia portare l’ombretto con sè per fare dei ritocchi

Eye Colour n. 3 Mat Purple – Provato da Ilaria

Appena adocchiato questo ombretto mi sono subito innamorata del colore: si tratta di un porpora molto corposo ed opaco, che una volta applicato risulta più scuro di quanto non appaia nella sua cialda, come si può notare dallo swatch. Prelevandolo con il pennello e scrollandone l’eccesso si nota subito l’elevata pigmentazione tuttavia procedendo poi all’applicazione l’ombretto risulta molto meno scrivente di quanto ci si aspetterebbe.

Da bagnato le prestazioni migliorano decisamente ed è anche molto modulabile ed adatto alla sfumatura. La grandissima pecca è pero la durata: nonostante la base sottostante, da asciutto l’ombretto è svanito solo dopo pochi MINUTI mentre da bagnato impiega circa un’ora per sbiadire ed è comunque una durata deludente.

Eye Colour n. 5 Windmill Violet – Provato da Maria Chiara

Questo ombretto porta con sé pregi e difetti. Il colore mi piace particolarmente, un violetta/malva dal finish completamente matte. Si tratta di una tonalità molto bella sia da sola che abbinata ad altri ombretti e che fa risaltare ogni colore d’occhi. Ha una pigmentazione media ed una buona scrivenza. La consistenza è un pò farinosa e tende a “sbriciolare” un pò, ma una volta presa dimestichezza non è una texture difficile da gestire. Si sfuma facilmente, ma tende a perdere di intensità durante l’operazione e va riapplicato.

La grande nota dolente è la durata! Senza una base (ma solo del correttore in crema) l’ombretto è rimasto sulla mia palpebra solo per una decina di minuti, non mi era mai successo nulla di simile! La situazione migliora notevolmente se si usa un primer, ovviamente, ma può bastare anche una base cremosa. Io, per esempio, ho usato un Jumbo Pencil di Nyx e, questa volta, la durata è stata di ben 3 ore.

Eye Colour n. 6 Delft Blue – Provato da Valentina

Questo è sicuramente il prodotto che più mi è piaciuto di tutta la collezione! Delft Blue è un bellissimo ombretto compatto completamente opaco e di una sorprendente tonalità di blu, medio e con un leggero sottotono grigio. Da quando l’ho ricevuto l’ho utilizzato davvero spesso, lo trovo perfetto da abbinare a dei rosa molto freddi per intensificare la piega dell’occhio.

Al tatto questo prodotto ha una consistenza vellutata che permette di sfumare l’ombretto senza difficoltà; inoltre nonostante la sua morbidezza, non è un prodotto polveroso e non provoca fallout nemmeno quando lo applicate per andare ad intensificare il colore.


LADY IN BLACK – mascara lash-extension

Con il mascara, Robeus ci invita a scoprire il fascino notturno di Amsterdam, con una foto by night della bellissima città impressa sulla scatola.

Il packaging è sicuramente il punto di forza di questo prodotto: la confezione del mascara è di plastica trasparente squadrata. Oltre che accattivante, quindi, anche utile per controllare il livello del prodotto. Il tappo/applicatore è in gomma nera. Lo scovolino è piuttosto grande, con setole in nylon non troppo fitte.

Lady in Black – Provato da Laura

Se dovessi dare un voto al packaging di questo mascara darei sicuramente un 10 e lode. Le confezioni dei mascara sono più o meno tutte uguali e sono stata felicissima di trovare finalmente qualcosa di nuovo ed originale! . Lo scovolino direi che è abbastanza buono…è la composizione del mascara che mi ha lasciata un po’ a desiderare.

Non fa grumi ma, essendo molto liquido, tende ad appiccicare le ciglia tra loro facendole sembrare di meno. Inoltre non mi è sembrato che le ciglia apparissero più lunghe di quello che sono perchè, sempre a causa della sua eccessiva liquidità, il mascara non aderisce bene ma sembra scivolare via intensificando di poco il loro colore naturale. Penso però che il risultato possa migliorare man mano che il mascara si secchi, così come mi è accaduto con tanti altri che avevano lo stesso problema.

ESTREME LIP – rossetto liquido tenuta estrema

[ad#syd250]

Questo rossetto si presenta in un packaging trasparente, geometrico ed essenziale, a sezione quadrata. Il tappo è antiscivolo, di color nero opaco e segnaliamo che si chiude perfettamente a coincidere con il tubetto, cosa che a volte non si riscontra in packaging di questo tipo. Inserito nel tappo vi è poi l’applicatore a pennellino.

Il tutto è racchiuso da una scatoletta che senza dubbio rappresenta il lato più trasgressivo di Amsterdam!

Extreme Lip n. 2 Romantic Tulip – Provato da Valentina

Questo prodotto viene descritto da Robéus come un rossetto liquido: in effetti, pure essendo nella classica confezione di un gloss, ha una consistenza molto densa. La tonalità che ho provato è un rosa antico abbastanza scuro, con riflessi argento e blu; il colore è particolare ma lo trovo davvero bello abbinato a dei colori freddi sugli occhi.

Purtroppo devo ammettere che il rossetto non ha la tenuta che promette (la confezione parla di tenuta estrema di 6/8 ore): sulle labbra infatti il prodotto non si asciuga e rimane della consistenza di un gloss e quindi non dura quanto promette. Ad esempio se lo utilizzate durante un pranzo o un’uscita alla sera dove vi campita di bere, nel giro di poco tempo il rossetto svanisce.

Estreme Lip n.3 Red light district in AM – Provato da Laura C.

Pregio di questo rossetto è la texture cremosa e liscia, morbidissima sulle labbra. Ciò che più mi ha colpito però è il suo colore… il rosso più rosso che abbia mai visto! Super intenso, lucido e pieno, un rosso da primadonna!

Trattandosi di un prodotto liquido e così coprente, basta una minima incertezza per farlo sbavare. Il pennellino poi tende un po’ a “spettinarsi” e non sempre riesce ad essere del tutto preciso sul contorno labbra. Per questi motivi trovo indispensabile usarlo insieme ad una matita, per definire con cura il contorno labbra. (nella foto lo vedete senza matita)

La durata può essere davvero fantastica: il colore rimane intenso fino a 6 ore (si perde soltanto l’effetto glossy), a patto però… che non si usino le labbra in alcun modo. Se ad esempio si mangia o si beve qualcosa, viene via con una certa facilità.

Qualche consiglio personale nel caso vogliate provare questo rossetto…

Quando lo applicate, scaricate prima il pennellino perchè la quantità di rossetto che preleva è troppa. Ne basta molto meno per vestire interamente le labbra.

Una volta indossato, tenetelo spesso sotto controllo perchè il rischio di sbavature è abbastanza alto (anche se la matita aiuta a contenere il rischio). Inoltre fate attenzione al contatto con pelle, vestiti e oggetti perchè può lasciare macchie molto evidenti.

MIRROR GLOSS – lucidalabbra illuminante

Ritorniamo ad un lato più tradizionale di Amsterdam, rappresentato da questo gloss proposto in una gradevole scatolina che raffigura i tipici zoccoletti olandesi in diversi colori.

Il gloss è racchiuso in un tubetto trasparente e squadrato, con il tappo vellutato e piacevole al tatto, anche se un po’ scomodo da tenere in mano. L’applicatore è in feltro, leggermente angolato e di dimensioni ridotte.

Mirror Gloss n. 1 Diamond Snow – Provato da Ilaria

Premettendo che non amo particolarmente i gloss, di questo sono invece rimasta pienamente soddisfatta: il colore si adatta perfettamente a quello delle mie labbra, si tratta di un nude cosparso di glitter dorati che dona un sorriso molto luminoso. Non appiccica assolutamente e aderisce perfettamente alle labbra dando la sensazione di rimanere ben saldo al suo posto ma allo stesso tempo offre un’azione idratante.

La durata non è male, non c’è bisogno di riapplicarlo spesso durante la giornata. Quello che amo di più di questo gloss è sicuramente la sua discrezione, non essendo colorato ma al contempo offre un finish molto brillante.

LIP PENCIL – matita labbra

Le matite labbra vengono proposte in una veste molto semplice, senza scatola. Hanno corpo e tappo completamente neri con serigrafie argento. Il colore della mina è riprodotto all’estremità finale della matita stessa.

Matita Labbra n. 1 Amstel Nude River – Provata da Valentina

Si tratta di una semplice matita labbra dal colore nude, come suggerisce il nome stesso. La mina della matita è morbida al punto giusto e permette sia di tracciare dei contorni definiti, sia di essere sfumata per un effetto più naturale. Comunque è un prodotto da avere sicuramente nel proprio beauty, da abbinare ai rossetti nude o da usare sfumata su tutte le labbra per donare un po’ di colore.

Matita labbra n. 2 Dam Square Purple – Provata da Maria Chiara

Inizierò dicendo che, come potete notare dallo swatch, questa matita non è affatto viola (come il nome potrebbe suggerire), quanto piuttosto di un ricco color amarena. Nonostante questa “sorpresa” ho davvero apprezzato Dam Square Purple! La matita è sia molto scrivente che morbida sulle labbra, ma non al punto di sbavare.

Il risultato è un’applicazione molto facile e precisa, l’ideale se si vuole indossare un colore scuro ma si è di fretta! La durata è ottima, il colore non viene via neppure mangiando e bevendo ed è no-transfer! Un’altra particolarità che ho potuto riscontrare è il finish vagamente shimmer di questa matita, aspetto che la rende, a mio avviso, bella da indossare anche da sola.

Matita labbra n. 3 Van Gogh Red – Provata da Laura C.

Il colore di questa matita è un rosso sangue intenso che si può abbinare al rossetto Estreme Lip n. 3 che vi ho descritto sopra. Naturalmente però potete anche usarla con qualunque altro rossetto dello stesso colore! E’ una matita in legno dalla mina morbida ma robusta e soprattutto molto scrivente. E’ scorrevole sulle labbra ed il tratto è preciso e non sbava.

L’ho trovata molto resistente, infatti anche dopo aver mangiato e bevuto ho osservato che era rimasta sulle labbra pressochè intatta. Assicuratevi quindi di avere un rossetto che faccia altrettanto, non è carino rimanere con le labbra solo contornate!

La collezione Amsterdam comprende anche:

  • Cheek blush – fard vivacizzante, nella tonalità Netherlands Rose
  • Nail polish – smalto lack tenuta estrema, nelle tonalità: n. 3 Red light district in AM, n. 4 Sex Violet, n. 6 Delft Blue

Per ora è tutto ragazze, ma con la linea makeup Squared di Robeus non finisce qui! Presto vi faremo leggere anche le recensioni di alcuni prodotti base, come i fondotinta e le matite per sopracciglia.

Stay tuned! 😉

Categorie Review, Robeus

Laura C. Iotti

Author di MakeUpWorld.it.. Stregona del makeup, affronta con coraggio ogni seduta davanti allo specchio seguendo il proprio istinto e adottando tecniche talvolta improbabili (ma efficaci). Curiosa, imprevedibile e con una spiccata predisposizione a sognare, convive con una mente razionale e l'interesse per tutte le forme d'arte.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *