Ultima II collezione Hypnotic Seduction

 

Missione seduzione: questo è l’obiettivo che Ultima II si è prefissato lanciando la sua collezione per l’autunno/inverno 2011 dal nome rivelatore Hypnotic Seduction.

Ispirata ad una donna decisa e determinata, questa nuova collezione spicca per la scelta di colori estremamente femminili e per un’eleganza straordinaria, ostentata in un packaging minimale ma assolutamente lucente.

In particolare, Ultima II ha offerto a noi ragazze di MakeUp World la possibilità di “collaudare” alcuni pezzi della sua collezione: si tratta degli ombretti a lunga durata dai colori a contrasto (grigio e nero vs rosa), il rossetto per labbra morbide ed idratate, i gloss volumizzanti e splendenti ed infine lo smalto color rosso rubino, “accessorio” indispensabile per risaltare ancora di più la femminilità di ogni donna.

Nella “missione seduzione” vedremo impegnate Laura c., Ilaria, Silvia, Maria Chiara e Laura; qui di seguito le loro personali esperienze:

 EXTRAORDINAIRE LONG LASTING EYESHADOW

Sono tre ombretti decisamente intensi e a lunga durata, uno chiaro e delicato e gli altri due scuri ed accattivanti. Di classico questi ombretti hanno solo il cofanetto tondo: la cialda al loro interno è a forma di mezzaluna, occupa quindi solo la metà del cofanetto mentre l’altra metà è riservata al pennellino in spugna. Lo specchietto, sempre tondo, occupa tutta la grandezza del coperchio. La superficie esterna è ad effetto specchio con la scritta Ultima II piccola e minimale.

Tender Rose – Numero 45 – Provato da Laura C.:

Tender Rose è un delizioso rosa chiaro con delicati riflessi dorati, iperfemminile e adatto a tutte le età per un trucco naturale e luminoso. La sua texture è morbida e setosa ed ha scrivenza immediata. Molto buona la coprenza, nonostante si tratti di un colore chiaro non passa sicuramente inosservato. Un colore per nulla scontato adatto alle più diverse occasioni. Premettendo che le mie palpebre non tengono il 90% degli ombretti, ho osservato che senza primer resta completamente intatto per poco più di 3 ore poi cominciano a formarsi le classiche righine nella piega dell’occhio. Quantomeno però non si scioglie, sul resto della palpebra è ancora bello come appena steso, quindi penso che su palpebre “normali” possa durare molto di più.

Smoky Grey – Numero 46 – Provato da Ilaria:

Adoro quest’ombretto, è senza ombra di dubbio uno dei miei preferiti in assoluto! Non è il solito grigio, è molto scuro (e già per questo mi piace) ma contiene dei finissimi brillantini color argento che creano sull’occhio un finish molto luminoso. Non appesantisce per nulla lo sguardo ma anzi, trovo doni al viso un aspetto molto sexy! Ormai uno dei look che prediligo e porto più spesso comprende quest’ombretto che fa molta scena di suo, non necessita quindi di troppe combinazioni di colori per colpire. Io personalmente mi limito ad applicarlo sulla palpebra mobile, sfumare leggermente i bordi poco sopra la piega dell’occhio e definire il tutto con un eyeliner ultra black sopra le ciglia superiori e sotto quelle inferiori. Questo tipo di make up mi dura tutta la sera senza bisogno di alcun ritocco! Sarà inoltre sufficiente davvero poco prodotto per creare un qualsiasi look, data l’elevata pigmentazione di quest’ombretto. Assolutamente consigliato!

Graphite – Numero 47 – Provato da Silvia:

All’apparenza potrebbe sembrare il classico ombretto nero con brillantini. In realtà si tratta di un ombretto nero molto particolare: la sua peculiarità è quella di avere una base nera matte costellata da un leggero ma intenso bagliore di riflessi dorati. Per l’applicazione ne basta davvero poco, proprio perché si tratta di un ombretto dalla elevatissima pigmentazione. Scriverei sul packaging: “da applicare con moderazione” proprio perché basta un nulla per macchiare il trucco e/o gli zigomi, costringendo la malcapitata – in questo caso la sottoscritta – a dover rifare tutto! La durata è eccellente così come la modulabilità del colore.

EXTRAORDINAIRE LIP GLOSS

Si tratta di un gloss volumizzante, dal classico packaging stretto e lungo. Il corpo è trasparente, con il marchio del brand in serigrafia argento che riprende il tappo, lungo e maneggevole. L’applicatore è la classica spugnetta  che ha dimensioni contenute e permette una stesura precisa, oltre che di estrarre la giusta quantità di gloss.

Vibrant Rose – Numero 14 – Provato da Laura C.:

   

Vibrant rose è un rosa freddo accompagnato da piccolissimi glitter dorati che gli conferiscono ancor più brillantezza. Dal suo profumo fresco si percepisce la presenza di mentolo, ingrediente comunemente usato nei prodotti per labbra volumizzanti. Punto forte di questo gloss è la texture molto densa (ma leggera sulle labbra e non appiccicosa). Molto facile da applicare con precisione, non fa alcuna sbavatura. L’effetto rimpolpante non è tanto fisico, quanto più ottico, proprio grazie alla sua consitenza densa che riempie le labbra, andando anche a cammuffare eventuali screpolature. La durata è a dir poco incredibile, rimane sulle labbra ben oltre due ore! Certo, via via si viene a perdere l’effetto glossy, ma colore e luminosità resistono davvero tantissimo!

Praline – Numero 15 – Provato da Maria Chiara:

Il gloss Praline presenta una tonalità senza dubbio originale, un rosa antico molto ricco con sfumature marroni e rosate dal finish lucido ed ultra luminoso, grazie alla presenza di microscopici glitter dai molteplici riflessi come oro, bronzo e verdi. Non fatevi spaventare dalla carrellata di tonalità che vi ho elencato perchè si tratta in realtà di un gloss sì particolare, ma portabilissimo! Ha un profumo dolce e delicato, che non risulta tuttavia stucchevole ed una consistenza densa ma per niente appiccicosa che lo rende durevole (con una media di una-due ore) e confortevole da indossare. E’ coprente quasi quanto un rossetto liquido. Ho potuto inoltre riscontrare un discreto effetto volumizzante, che si avverte già pochi secondi dopo l’applicazione (sentirete una sensazione di freschezza ed un “sapore” di menta, ma per fortuna niente pizzichi!). L’ho trovato estremamente idratante, anche dopo diverse ore o dopo averlo rimosso le mie labbra restano molto morbide.

PROCOLLAGEN LIPSTICK

Un rossetto dal finish perlato che rende le labbra morbide ed idratate. Il packaging riprende quello degli ombretti: si tratta del classico “tubo” ma con la superficie a specchio completamente spoglia, senza alcuna stampa ne scritta. La marca del rossetto è visibile solo una volta tolto il tappo.

Deep Pearl – Numero 13 – Provato da Ilaria:

Dal nome della collezione autunno/inverno lanciata da Ultima II, “Hypnotic Seduction”, mi aspettavo un rossetto di un colore più intenso. Si tratta invece di rosso tenue contenente micro brillantini dorati e con un finish perlato. Nel complesso è un rossetto piacevole, facilissimo da stendere perchè della consistenza giusta, tuttavia la durata non è decisamente il suo punto di forza: occorre averlo sempre dietro per ritoccarlo all’occorrenza. Ciò che mi ha colpito è però il suo forte potere idratante, le mie labbra solitamente screpolate e secche risultano estremamente morbide. Nel complesso l’effetto non è affatto male, i micro glitter donano alle labbra una straordinaria luminosità.

SMALTO

Concludiamo questa review con lo smalto “Hypnotic Rouge”, di un colore che “ipnotizza” e dal classico contenitore trasparente e squadrato con tappo a specchio e la scritta Ultima II argentata sul fondo, alquanto discreta.

Hypnotic Rouge – Provato da Laura:

 

A completamento della collezione “seducente” di Ultima II non poteva mancare Hypnotic Rouge, uno smalto rosso rubino. Il suo finish è laccato ma, con il passare dei giorni, perde parte della sua brillantezza. Pur essendo fluido, la sua applicazione non è affatto semplice; non solo tende a creare delle bollicine d’aria (che in foto potete notare soprattutto sul dito medio e sull’anulare), ma non risulta omogeneo nemmeno dopo la seconda passata. Infatti è possibile vedere, un po’ su tutte le unghie, delle zone di colore più chiaro. Ammetto che dal vivo l’effetto è meno visibile, ma credo non sia una cosa piacevole in uno smalto. La durata, invece, è buona; ha resistito 4 giorni senza rovinarsi, nemmeno sulle punte.

E voi? Vi siete lasciate ipnotizzare da (o avete stregato qualcuno con) questa collezione? Fatecelo sapere e scriveteci sul nostro forum!

 


Ilaria Giannino

Autrice di Makeupworld, entusiasta di poter conciliare due delle sue passioni: il beauty e la scrittura! La sua curiosità la spinge a voler sperimentare su di sé quanto questo mondo ha da offrire per valorizzare la naturale bellezza del viso e del corpo, per poi prestare consulenza ad amiche e colleghe in cerca di consigli. Laureata in Marketing e Comunicazione d'impresa, affascinata dunque anche da ciò che si cela dietro uno stand di make up, dalla scelta del packaging al modo in cui il brand comunica la propria identità.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!
Non sono presenti commenti Lascia un commento! Scrivi la tua opinione su questo articolo.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *