Dragon: Ombretto minerale Double Duochrome by Neve Cosmetics

Appena uscite le varie anteprime di questo ombretto ho iniziato subito a tenerlo d’occhio, lo trovavo estremamente interessante ed originale e non avevo intenzione di lasciarmelo scappare una volta lanciato sul mercato. Quando poi Neve Cosmetics me l’ha gentilmente inviato, beh…non stavo più nella pelle!

Dato il “soggetto”, non è stato facile trovare un’occasione d’uso giusta per provarlo, e vi spiego subito il motivo: Dragon è un pigmento “double duochrome“, si presenta come una polvere nera ma una volta applicato sull’occhio l’effetto sarà quello di due colori differenti, verde e viola, a seconda della luce a cui viene esposto.


Non male, no? Si tratta di avere la possibilità di sfoggiare due tonalità differenti in un solo colpo (o meglio, con un solo ombretto)!

Trattandosi di un ombretto minerale, Dragon non è molto facile da “maneggiare”: parlo sia del vasettino in sè, perchè se non si fa attenzione una volta aperto si potrebbe facilmente causare una dispersione del prodotto, che dell’applicazione. Anche in questo caso consiglio di stendere sempre della cipria sotto l’occhio per poter ripulire il viso una volta finito di lavorare l’ombretto.

Dragon è notevolmente pigmentato, basta prelevarne davvero poco per ricoprire interamente la palpebra e se si eccede col prodotto non è semplicissimo da sfumare.
All’applicazione risulterà di un semplice color nero fumo ma è alla luce che quest’ombretto darà il meglio di sè! Già osservandolo attentamente dalla confezione si possono vedere i numerosissimi brillantini verdi e viola che costituiscono la sua peculiarità e che lo rendono così cangiante.

Facendo diverse prove ho notato che, nonostante si presenti molto scuro, utilizzando basi di diverso colore si ottengono effetti molto differenti: più chiari o più scuri, più cupi o più luminosi. Se per esempio decidessimo di usare un verde acqua sotto il pigmento Dragon, avremmo una resa molto chiara e brillante a dispetto del color nero fumo di questo ombretto.

In breve, Dragon risulta piacevolmente versatile nei suoi utilizzi e nei possibili finish, andando a rispondere ai gusti di tutte! Ovviamente l’effetto è alquanto drammatico, specialmente se utilizzato scuro, ma ogni tanto vale la pena di osare. Personalmente il mio abbinamento preferito rimane quello di appliccare una semplice base trasparente in modo da non alterare la reale tonalità di Dragon per poi semplicemente sfumarlo nella piega dell’occhio con un ombretto viola opaco, definendo infine la palpebra inferiore subito sotto la rima interna con una matita verde scuro.

Per quel che concerne la durata, non ci si può davvero lamentare: a diverse ore dalla realizzazione del mio make up ho trovato l’ombretto permettamente al suo posto senza alcuna sbavatura, cosa che trovo sempre notevole quando si parla di trucco minerale.

Concludendo con il packaging, Neve MakeUp offre il consueto piccolo pot contenente 2 gr. di prodotto, con tappo nero lucido a stampa bianca, molto comodo da portare con sè.

Insomma questo prodotto è definitely approved! Fatemi sapere se anche voi, come me, ne siete rimaste estasiate 🙂

E non dimenticatevi di visitare il nostro forum!


Ilaria Giannino

Autrice di Makeupworld, entusiasta di poter conciliare due delle sue passioni: il beauty e la scrittura! La sua curiosità la spinge a voler sperimentare su di sé quanto questo mondo ha da offrire per valorizzare la naturale bellezza del viso e del corpo, per poi prestare consulenza ad amiche e colleghe in cerca di consigli. Laureata in Marketing e Comunicazione d'impresa, affascinata dunque anche da ciò che si cela dietro uno stand di make up, dalla scelta del packaging al modo in cui il brand comunica la propria identità.

Commenti

Facci sapere la tua opinione!

1 Commento

  1. Etadaga
    Rispondi novembre 01, 20:13 #1 Etadaga

    Dragon è un ombretto che mi attira parecchio. Grazie per questa review!

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *