Perle di bellezza con Rosy! – Baciata dal sole?Si ma nel modo giusto!

Buongiorno MakeUpWorldine!!

Nel mese del solleone è d’obbligo parlare di protezione solare!
Rosy in questo video ne parla da un altro punto di vista,ovvero da quello degli INCI, perché è giusto proteggersi dagli UVA e UVB, ma “chi ci protegge dai petrolati”?

Non mi resta altro che lasciarvi al video della nostra esperta! Fateci sapere la vostra opinione e….buona tintarella e buone vacanze a Rosy e a tutte voi! 🙂

[ad#ladybug28]

Categorie Solari

Luisa L.

Editor e Author per MakeUpWorld.it. il makeup è per lei una forma di evasione dal grigiore quotidiano. Fin da piccola sogna di poter cambiare il mondo, ma sta ancora cercando di capire come. Il suo motto? C'è del buono in tutti, l'importante è saperlo notare!

Commenti

Facci sapere la tua opinione!

9 Commenti

  1. Manuela C.
    Rispondi agosto 04, 09:04 #1 Manuela C.

    Io spero che vi rendiate conto di quello che dice nel video… La paraffina e altri petrolati utilizzate in farmacia e cosmetologia non possono per legge essere tossici.
    Ma scherziamo? Possiamo non utilizzarla per mille motivi ma non potete dire che siano tossici.
    I petrolati sono stati classificati dalla comunità economica europea come cancerogeni di classe II, significa che non hanno una diretta causalità nella formazione del cancro, come pu essere ad esempio la formaldeide o l’amianto, ma sono fortemente sospettati, e questo a causa delle impurezze che il proceso di fabbricazione non riesce ad eliminare del tutto, ma questo non è direttamente sinonimo di tossicità.
    I produttori devono certificare che il processo di produzione abbia eliminato la maggior parte delle impurità (ci sono delle percentuali di purezza da rispettare) e questo fa in modo che queste sostanze possano essere utilizzate a livello farmacologico.
    A livello farmacologico la paraffina può essere utilizzata e non può essere sostituita proprio per le sue propietà filmogene e la non penetrabilità nella pelle. A livello cosmetico invece può essere sostituita in modo ottimale e più performante dagli oli vegetali.
    Vi invito anche a leggere: http://it.wikipedia.org/wiki/Paraffina e questo:http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=17&t=457

    Possiamo fare delle scelte nella nostra vita di consumatori di cosmetici ma le informazioni devono passare in modo corretto.

  2. RosyMakeUp
    Rispondi agosto 05, 15:06 #2 RosyMakeUp

    Può darsi che la parola “tossici” sia inappropriata,ma l’ho utilizzata per definire sostanze altamente dannose che spalmate sulla pelle possono creare gravi disturbi al nostro organismo.
    Non ne stavo parlando a livello farmacologico ma “cosmetologico”.Non sono ne un medico,ne una biologa,ne una farmacista.”Io spero che vi rendiate conto di quello che dice nel video”…Quale blasfemia avrò mai pronunciato con questa bocca?Semplicemente che spalmarsi il petrolio addosso non ha mai fatto bene.In ogni caso ti lascio il link di questo blog che racchiude un articolo derivato da una serie di ricerche effettuate su internet.Ed è poi tutto ciò di cui sono a conoscenza anche io grazie al web.Per il resto passo la palla a CarlitaDolce che di sicuro ne sa più di me.
    A presto.

      • Manuela C.
        agosto 05, 17:48 Manuela C.

        In questo articolo sono citate molte delle cose che ho riportato io sopra nel commento e che sono scritte nei link che ti ho mandato.La prima parte dell’articolo è scritta in maniera semplicistica e poi vengono riportati i post di saicosatispalmi e Lola da dove ho preso le info.
        Non si parla di tossicità.
        Ripeto condivido il fatto di non usarli ma non condivido le informazioni non corrette.

    • Manuela C.
      Rispondi agosto 05, 17:43 Manuela C.

      Io non ho parlato di blasfemia….e tu non hai detto solo che non fa bene hai detto che è tossico.
      L’hai detto tu stessa che forse hai usato la parola in modo inappropriato ed io volevo che ti rendessi conto di questo. 
      Le parole hanno un significato e tu stai facendo informazione con i tuoi video e le informazioni dovrebbero essere il più possibile corrette.
      Come ti ho detto si possono fare delle scelte e decidere che i petrolati non fanno bene alla nostra pelle (scelta che condivido) ma non per questo poi dobbiamo descriverli in maniera inappropriata.
      Carlita ne sa più di me e più di te ma nemmeno lei è un farmacista o un chimico.

      • RosyMakeUp
        agosto 05, 18:03 RosyMakeUp

        Manuela.Il mio scopo nel video era semplicemente quello di mettere in guardia le persone che non  sono al corrente della pericolosità di queste sostanze e credo di aver centrato il punto.In ogni caso,la NON tossicità di queste sostanze non è garantita,perchè come avrai letto,possono contenere parti molto pericolose,che non vengono filtrate correttamente e che probabilmente vengono anche assorbite dalla pelle.
        Io non sono nemmeno un insegnante,e l’informazione che posso trasmettere io è dovuta esclusivamente alle mie conoscenze ed alle mie esperienze.Chi frequenta il web lo sa,cosi come sa che non si può dare per scontato tutto ciò che si sente o si legge,perchè appunto è frutto di opinioni personali e proprie conoscenze.Chiunque potrebbe dare un’informazione poco completa e quindi lasciar fraintendere altro.
        Hai riportato Wikipedia nel tuo commento,ma devo informarti che come fonte non è attendibile nemmeno lui,perchè sono informazioni postate da gente normalissima come me e come te.
        Ripeto forse ho attribuito il termine sbagliato,e non l’ho fatto pensandoci,però credo che avresti potuto improntare il tuo commento in maniera diversa,un pò più take it easy e a mò di confronto e non da “sapientino”.Non è il modo giusto di rapportarsi secondo me.
        Ti ringrazio comunque per avermi fatto notare il mio errore verbale.
        Ti auguro BUONISSIME vacanze,una pausa fa sempre bene!Kiss
        RosyMakeUp

  3. Manuela C.
    Rispondi agosto 05, 18:13 #3 Manuela C.

    Hai ragione forse avrei potuto rapportarmi in maniera diversa ma non trovo sia giusto dare per scontato che la gente le cose le sappia.
    La gente non è tutta così smart come puoi supporre e più internet diventa un medium potente più la gente tende a pensare che ciò che trova su internet sia vero. Senza porsi domande come e senza senso critico. Un po’ come succedeva tempo fa per la televisione e i giornali.
    Nessuna delle fonti citate né da me né da te ha l’autorità sufficiente per dirci se abbiamo ragione o torto sulla tossicità, ma creare allarmismi sul web è troppo , davvero troppo facile
    Buone vacanze anche a te.

    • RosyMakeUp
      Rispondi agosto 06, 13:22 RosyMakeUp

      Allarmismi?Parli come se avessi voluto creare scompiglio e che diamine!Ma per caso lavori per qualche casa che produce prodotti a base di paraffina?Ma non ti sembra di esagerare?Non mi sono poi allontanata cosi tanto dalla realtà.La “gente” come dici tu,ha capito che quelle sostanze se spalmate sulla pelle sono dannose e non apportano nessun beneficio in “campo cosmetico” e possono contenere sostanze tossiche.Se poi vogliamo parlare del campo farmacologico,il discorso cambia radicalmente.Quante volte accade di dover assumere farmaci per uso topico o per sospensione orale,o whatever.?..Farmaci che non fanno propriamente bene al nostro organismo e che contengono sostanze molto pericolose,ma che purtroppo sono necessari per la terapia da seguire.Li però è diverso.
      In questo caso io mi devo proteggere dal sole,e non posso rischiare di andare in contro a tutta una serie di problematiche causate dalle sostanze contenute in una protezione solare,considerando il fatto che vengono applicate soprattutto sui bambini.Posso aver sbagliato terminologia ma comunque il concetto resta quello;non sono sicuri e il “diesel”spalmato sulla pelle fa malissimo.Sostituisci “tossico” a “molto pericoloso”,cosa cambia?Lo assumeresti?Te lo spalmeresti addosso?Non credo.Vuol dire che fa maleche non va usato!Mi hai accusato di voler creare allarmismi,come se avessi detto “ATTENZIONE!Se da oggi mangiate i cetrioli di codesto paese,rischiate di morire al 99%!”.Sentiamo,se non eri sicura delle tue fonti,allora perchè hai scritto:”Io spero che vi rendiate conto di ciò che sta dicendo ..”…Non si alzano i polveroni quando non si è sicuri di ciò che si stà dicendo e non si getta fango sulle persone cosi senza conoscerle,facendole passare per quello che non sono.E’ molto scorretto e trovo che invece questo sia “davvero molto facile”.
      Comunque,rinnovandoti  i miei auguri di buone vacanze,chiudo qui cara,perchè non ho più nulla da aggiungere sinceramente.
      RosymakeUp

  4. Manuela C.
    Rispondi agosto 06, 13:56 #4 Manuela C.

    Credo proprio che non ci stiamo comprendendo.Come ho già detto, probabilmente avrei dovuto apostrofarti inizialmente in maniera diversa e mi scuso di questo. Ma come scrivo mezza parola tu sembri leggerla in malo modo e t’infiammi di nuovo. Vorrei davvero che ci capissimo quindi provo di nuovo a scrivere quello che intendevo.Se avessi sostituito “tossico” con “molto pericoloso” ti saresti avvicinata di più alla realtà ma ancora secondo me non ci siamo. Non è la stessa cosa spalmarsi il diesel sulla pelle o il petrolato. Questa non è la verità perquanto, come già detto più volte, io non uso creme con petrolati per tutta una serie di motivi che in molto coincidono con quello che c’è scritto in quei famosi link.Ma credo che le informazioni debbanoo essere corrette e paragonare due cose che hanno due processi di produzione molo differenti e che sono state studiate per due cose differenti  non è corretto. Questo è tutto quello che voglio dire.Non ho nemmeno detto che le fonti citate sono farlocche, ho solo detto che non sono autorevoli e devono essere lette con senso critico proprio come dicevi tu rispetto al fatto che la gente capisce cosa intendi.E riguardo a questo volevo suggerirti che il tuo publbico può essere più vario di quanto credi.Non ti ho accusato di nulla di ciò che hai detto. Al massimo di non usare correttamente le parole.Gli allarmismi possono anche essere creati senza volerlo ed è per questo che dobbiamo tutti renderci conto (ossia essere consapevoli) di quello che diciamo, soprattutto se lo facciamo di fronte a un pubblico.Tutto qui.
    Spero che vorrai leggere quello che scrivo così come l’ho scritto in maniera rilassata perchè credimi non sono qui ad accusare nessuno ma al massimo per fare una critica costruttiva anche se con quella frase “Io spero che vi rendiate conto di ciò che sta dicendo” posso essere sembrata troppo aggressiva ed aver cominciato nel modo sbagliato.
    Spero che ci siamo chiarite.
    Se vuoi contattarmi privatamente per evitare di continuare qui dovresti trovare come farlo sul mio profilo google.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *