Tensioattivi: come scegliere il vostro shampoo

Ho i capelli lunghi, lisci e della tonalità più scura del castano. Sono sempre stata il vanto della mia parrucchiera perchè, nonostante usassi a volte la piastra, i miei capelli erano lucidi, sani e robusti.  Ma un anno fa tutto è cambiato; per la prima volta la mia parrucchiera mi ha detto che i miei capelli erano rovinati e secchi. Vi lascio immaginare il mio shock!!!

Immediatamente ho cambiato la mia piastra in ferro (ho speso ben 230 euro per una piastra in ceramica, ultimo modello) ed ho acquistato un protettore termico per i capelli, così come mi aveva consigliato la mia parrucchiera. Nel frattempo ho iniziato ad informarmi circa i migliori prodotti per i capelli.

E’ stato così che mi sono imbattuta su un paio di siti interessantissimi ed ho scoperto l’esistenza dei tensioattivi, contenuti in qualunque prodotto che usiamo per lavarci (shampoo, balsamo, detersivi, bagnoschiuma, docciaschiuma, ecc).

Ma cosa sono precisamente? I tensioattivi sono dei composti organici che, aggiunti ad un liquido, riescono a ridurne la tensione superficiale, aumentando la bagnabilità di una superficie. In poche parole, sono composti da una parte idrofoba e da una parte idrofila. La prima si lega allo sporco/grasso e la seconda, “odiando” il grasso, si lega all’acqua. Così, risciacquando, l’acqua si porta via lo sporco che rimane attaccato.

Ecco cosa ho trovato su drclink.com:

La maggior parte dei tensioattivi è sintetica (cioè non presente in natura). Alcuni di essi possono essere di origine vegetale, tuttavia, la loro molecola originale viene sempre trattata con una frazione di origine petrolchimica.

Un trucco per capire se un tensioattivo è di derivazione petrolchimica o vegetale, è vedere da quanti C (atomi di carbonio) è composta la molecola: il numero dispari corrisponde a tensioattivi petrolchimici, il numero pari corrisponde a tensioattivi vegetali (es. C13 è di origine petrolchimica, mentre C14 di origine vegetale). Questa regola non si applica ai PEG che, a prescindere dal numero riportato, derivano tutti quanti dal petrolio.

Quanti tipi di tensioattivi abbiamo? Sono 4 in tutto: anionici, cationici, non ionici e anfoteri.

[ad#lallaflo]

Questa è l’analisi di ogni categoria che ho trovato sul mio adoratissimo capellidifata.it:

TENSIOATTIVI ANIONICI

Hanno carica elettrica negativa, ed in questa categoria sono compresi i saponi, che tendono ad alcalinizzare la cute, e gli alchilsolfati, tra i quali i famosissimi SLS (sodium lauryl solfato), SLES (sodium laureth sulfate) ed i vari cugini con ammonio al posto di sodio (ALS ed ALES), il sodium coceth sulfate, il sodium pareth sulfate, il magnesium laureth sulfate, ecc.

I tensioattivi di questo tipo hanno carica negativa e tendono ad alterare il PH della pelle, rendendolo alcalino (7-8).

SLS e SLES vengono assorbiti attraverso la pelle e, addirittura, l’SLS rimane nel corpo ben 5 giorni!

PRO: costano poco, fanno molta schiuma e lavano bene

CONTRO: risultano troppo aggressivi con l’uso continuo perchè la loro forza lavante è molto alta e nel tempo asportano tutte le difese naturali della pelle e dei capelli. Forte potere inquinante.

DOVE SONO: ovunque!!!

ETEROSAPONI: In questa categoria rientrano anche gli eterosaponi, che sono i vecchi saponi modificati, contenenti una frazione di proteine idrolizzate/amminoacidi. Essi sono:

  • Gli alcoilsarcosinati, ottenuti per reazione fra gli acidi grassi ed un aminoacido derivato (la metilglicina) es. Sodium lauryl (acido laurico)/cocoyl(dal cocco) Sarcosinate
  • Gli acilglutamati, ottenuti condensando un acido grasso col gruppo aminico dell’acido glutamico es. Sodium lauroyl/cocoyl glutamate
  • i semiesteri dell’acido solfosuccinico (solfosuccinati), tensioattivi anionici che hanno nella loro molecola sia il terminale solfonico che quello carbossilico

PRO: hanno un pH simile a quello della pelle, quindi risultano meno aggressivi
CONTRO: lavano moderatamente Neutral per questo negli shampo “commerciali” sono un co-tensioattivo anzichè il primario
DOVE SONO: le marche bio ne sono zeppe: ricordo TEA, bjobj, sanecovit e fitocose.

TENSIOATTIVI CATIONICI

Sono i cosiddetti “saponi invertiti” perchè hanno carica opposta ai classici saponi, dunque hanno una carica elettrica positiva e sono solitamente utilizzati per realizzare balsami per capelli.  Vi rientrano i sali di alchilammonio, piridino, isochinolino, cetrimonium chloride & co.

PRO: effetto condizionante, sostantivante ed eliminano l’elettrostaticità dei capelli dopo la detergenza

CONTRO: non lavano pressochè nulla!

DOVE SONO: ovunque!

TENSIOATTIVI ANFOTERI

Hanno carica elettrica sia positiva che negativa. I principali sono: le betaine (es. cocamidopropyl betaine, cocobetaine, ecc) ed i sodium *ATE (sodium lauroamphoacetate,cocoamphoacetate, ecc), simili nelle proprietà alle betaine ma più delicati.

PRO: moderato effetto detergente e effetto condizionante e sostantivante

CONTRO: lavano poco e “balsamando” i capelli, li imburrano anziché detergerli. Sono ancora più inquinanti dei tensioattivi anionici.

DOVE SONO: nei prodotti per i bimbi, fitocose, bioearth, omnia botanica e bjobj.

TENSIOATTIVI NON IONICI

Non hanno carica elettrica e fra di essi annoveriamo: decyl glucoside, coco-glucoside, lauryl glucoside, sodium cocopolyglucose tartrate e simili, sucrose cocoate

PRO: hanno un basso potere irritante ed un effetto detergente dermocompatibile

CONTRO: non ne hanno. L’unico neo che si può loro trovare è che sono poco schiumosi

DOVE SONO: nei prodotti TEA. In altri prodotti bio si trovano al secondo o terzo posto.

Non c’è dubbio che i migliori per la nostra pelle ed i nostri capelli sono questi ultimi!!!

Spero che questo articolo possa tornarvi utile, così come lo è stato per me! Iniziate a prendervi cura dei vostri capelli partendo soprattutto da questo.

Piccola nota informativa: proprio oggi sono andata dalla parrucchiera e mi ha detto che li trova di molto migliorati =)

[ad#lallaflo]

Categorie Prodotti MakeUp

Laura Floriddia

Author per MakeUpWorld. La sua passione per il make-up è nata per caso, guardando video in inglese su youtube per migliorare ulteriormente il suo ascolto ed il suo lessico. Da allora il suo portafoglio non ha avuto tregua! Ama vivere a pieno le sue giornate e collezionare sempre nuove esperienze. Inguaribile sognatrice e romantica, ha finalmente iniziato i preparativi per il suo "grande giorno". Il suo motto? "Love life and live for love".

Commenti

Facci sapere la tua opinione!

4 Commenti

  1. Alessandra
    Rispondi maggio 15, 16:22 #1 Alessandra

    Anche io ho ho da poco iniziato ad interessarmi di shampoo e balsami bio-eco e ho trovato un miglioramento immediato nella morbidezza e lucentezza (ho i capelli colorati ed erano sciupatissimi e secchi, terribili!). Non so se può essere di aiuto, io ho preso shampoo e balsamo di Lavera che è una marca tedesca che si trova da Naturasì! E anche per la cura della pelle mi sono buttata sugli eco-bio, il tutto grazie a Fitocose, che per altro è italiana!!!!

    • lauralalla85
      Rispondi maggio 15, 17:56 lauralalla85

      Non conoscevo questa marca… ho visitato il loro sito e sembra interessante! Non appena finisco la mia scorta di shampoo la proverò! Grazie mille!
      Per quanto riguarda fitocose…scelta azzeccatissima =) Uso anch'io le loro creme e mi sto trovando bene

  2. silvia
    Rispondi maggio 15, 17:54 #2 silvia

    Ciao, anch'io da poco mi sono convertita al bio anche per la cura dei capelli. E anche se all'inizio ero un po' scettica leggendo i commenti in giro. Ho cambiato idea perchè ora i miei capelli sono lucidissimi, sani non secchi e sono e sono contenta di non mettere sui capelli sostanze nocive ma cose solo naturali. Io compro da Mondevert ma anche da Fitocose. Tutti siti ottimi, dove i prodotti sono garantiti.

    • lauralalla85
      Rispondi maggio 15, 18:01 lauralalla85

      Hai proprio ragione! I risultati si vedono con il tempo, quindi bisogna aver pazienza…ma la soddisfazione di avere dei bei capelli ripaga l'attesa.
      Grazie per la partecipazione.

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico e i tuoi dati non verranno condivisi con terzi. Campi obbligatori *